Realizzato nel 1898, Santa Claus di G.A. Smith è considerato un film tecnicamente ambizioso e complesso per quell’epoca. In esso sono impiegati effetti speciali per rappresentare in modo magico la figura di Saint Nicolaus che porta felicità a due bambini ansiosi di festeggiare il Natale con i suoi doni. Il valore di questo brevissimo film è sintetizzato nell’unione dei prodigi tecnici con la solida struttura narrativa. Non siamo pertanto di fronte a un semplice sfoggio estetico di tecniche e sperimentazione visiva.

A former magic lanternist and hypnotist, Smith was one of the first British film-makers to make extensive use of special effects to create fantastical scenes. It comes as little surprise that Smith corresponded with the French pioneer Georges Méliès at about this time, as the two men shared a common goal in terms of creating an authentic cinema of illusion“. 
(Michael Brooke)
_______________________________________________________________________________________ 
Il filmato è estratto dall’Archivio Nazionale della British Film Institute BFI
profile_header1.jpgIl British Film Institute (BFI) è la maggiore istituzione cinematografica britannica, una charity fondata secondo il Royal Charter, guidata da un Board di 15 governatori, con l’obiettivo di promuovere la cultura cinematografica.

You can watch over 1000 other complete films and TV programmes from the BFI National Archive
http://www.bfi.org.uk/mediatheque 
http://www.derbyquad.co.uk/bfi-mediatheque