LUCCA. Torna la “Linea dell’occhio” il periodico cinematografico del Circolo del Cinema di Lucca. E’ stato pubblicato il n. 60, dopo le numerose traversie occorse che ne hanno impedito il regolare piano editoriale.

cover_n60-1.jpg

Il numero ha in copertina Paul Newman con una poesia di Susanna Pellis dedicata alla memoria del grande divo.

Questo numero è caratterizzato da tre percorsi

Uno speciale dedicato al ’68 “perché se ne può ancora parlare dopo 40 anni” con un editoriale di Gianni Quilici e interventi su film, registi, attori che meglio lo caratterizzarono: da Godard a Pasolini, da Antonioni a Ferreri, da Philippe Garrel a Oshima, da Bellocchio ai Beatles, da Lou Castel a Pierre Clementi; un incontro (inedito) di Beniamino Biondi con Ingmar Bergman; una serie di brevi saggi di Erika Ponti su Werner Herzog e uno di Riccardo dalle Luche sul rapporto cinema-letteratura in L’uomo che amava le donne di Truffaut. Non mancano naturalmente le recensione ai film e ai libri, il fondino di Mario Rocchi e note sull’ultimo festival di Venezia. Nella consueta pagellina si afferma come migliore film, scelto dalla redazione Redacted  di Brian De Palma, presentato a Venezia, ma non distribuito in Italia. Alla sesta edizione di CortoperScelta sono dedicate due pagine: una premessa generale e poi articoli sui film vincitori; Muto recensito da Dante Albanesi, La memoria dei cani da Maddalena Ferrari, Reality da Peppe De Angelis, Resistencia da Gianni Quilici, infine nuovamente Dante Albanesi che analizza “I mondi personali di Daniele Carrer” il giovane regista trevigiano omaggiato dal festival del cinema breve.

Da oggi La linea dell’occhio è anche on-line
www.lalineadellocchio.it

AVVISO IMPORTANTE 
La linea dell’occhio è una rivista “libera”, versatile, policentrica, filosofica, per alcuni versi unica nel panorama editoriale.
Maneggiare con cautela!

La Linea dell’Occhio
Corte Tognetti, 62 55013 Lammari (LU)
www.lalineadellocchio.it
info per abbonamenti. Gianni Quilici: gianniq@protocol.it

________________________________________________________________
ARTICOLI CORRELATI
La Linea dell’Occhio n. 59: una rivista nel segno di Bergman e Antonioni